Giornata internazionale contro l'omobitransfobia

17 maggio 2020

Nel 2020 esistono ancora persone di ogni età e classe sociale che denigrano altre persone con epiteti tipo “frocio, checca, ricchione”. Siamo ancora alle offese, alle discriminazioni, alle minacce, alle violenze. Quasi ogni giorno la cronaca registra casi del genere. Da Garante per l’infanzia e l’adolescenza mi sono occupato di molti casi di bullismo nei confronti di adolescenti colpevoli solo di voler essere se stessi. Purtroppo alcuni di loro non hanno retto e hanno preferito togliersi la vita.

Grazie al lavoro e all’impegno di moltissime associazioni che fanno della lotta all’omobitransfobia la loro sfida quotidiana sono stati fatti molti passi avanti, ma solo una consapevolezza e una crescita culturale complessiva di tutta l’opinione pubblica potrà fare la differenza.

In troppi ancora subiscono insulti e violenze per il loro orientamento sessuale, troppi ignoranti e delinquenti ledono i diritti fondamentali di molte persone. Siamo in grave ritardo per una giusta legge contro l’omobitransfobia.

La diversità è una ricchezza ma lo è soprattutto l’unicità che ciascuno di noi esprime e che va sempre rispettata.

***
5 anni fa come Garante Infanzia e Adolescenza, insieme agli eccezionali attori dei Braccialetti Rossi, realizzammo questo spot per riflettere sul tema della diversità, intesa come valore in tutte le sue forme. Oggi ve lo ripropongo con grande piacere in occasione della Giornata mondiale contro l’omobitransfobia

Torna all'inizio del contenuto